Bruno Vettore e il generale Gianmarco Bellini ti insegnano l’arte della leadership!

l'arte delle leadership, corso Bellini VettoreSi amplia il portfolio di corsi di Bruno Vettore Alta Formazione, e lo fa con un evento imperdibile.
Si terrà infatti a Roma, nella suggestiva location del Centro Congressi RomaEventi – Fontana di Trevi, il corso L’ARTE DELLA LEADERSHIP. Bruno Vettore, nell’occasione, sarà affiancato da un partner d’eccezione: il Generale Gianmarco Bellini.
I due relatori insegneranno a gestire situazioni di stress e di crisi, a svilippare la leadership e trasmettere sicurezza e fiducia a chi ci circonda, centrando gli obiettivi.
Bellini, generale dell’Aeronautica Militare italiana, fu abbattuto in Kuwait dalla contraerea durante la prima Guerra del Golfo resistendo, prigioniero della milizia irachena, per ben quarantasette giorni. Egli giungerà dalla sua residenza statunitense in Virginia per raccontare la propria eroica esperienza e per insegnare le migliori tecniche di stress & crisis management.
Bruno Vettore, invece, con la consueta concretezza e con il pragmatismo di chi nel corso della carriera ha fatto…veramente, trasmetterà e insegnerà le migliori tecniche di leadership & goal management.
Il corso si terrà il 12 Febbraio 2015 a Roma al Centro Congressi RomaEventi – Fontana di Trevi, Piazza della Pilotta 4.

Per ulteriori informazioni
www.brunovettore.it
o scrivi a info@brunovettore.it

Smalti semipermanenti di Enail Store

Gli smalti semipermanenti di Enail Store sono prodotti in grado di garantire mani perfette in tempi rapidi e senza alcuna difficoltà: in pochissimi passaggi, le unghie assumono un aspetto fantastico e duraturo nel tempo (non meno di tre settimane). Si può scegliere, naturalmente, all’interno di una vasta gamma di colori, così da individuare le tonalità più adatte alle proprie esigenze e ai propri gusti.

Insomma, grazie agli smalti permanenti di Enail Store si ha l’opportunità di migliorare il proprio look e valorizzarlo. Per esempio, il 1 Touch Soak Off in un solo prodotto contiene la base, il colore e il sigillante finale: ciò vuol dire che la cura delle unghie avviene in maniera pratica e semplice, senza che sia necessario dover fare i conti con mille confezioni e mille barattoli diversi. Una volta che sull’unghia naturale è stato applicato il colore scelto, il gioco è fatto: non c’è bisogno di operare limatura aggressive, nè di effettuare sgrassature con il cleaner. E’ sufficiente, infatti, eseguire con il buffer una opacizzazione leggera e lo smalto genera una brillantezza eccezionale senza che lo strato di dispersione venga rilasciato. E, nel momento in cui si cambia idea e si desideri rimuovere lo smalto, l’operazione viene completata nel giro di pochissimi minuti impiegando l’apposito liquido.

Insomma, gli smalti semipermanenti di Enail Store sono davvero degli amici fedeli per le donne (e gli uomini) che decidono di utilizzarli, anche perché si caratterizzano per una qualità assolutamente eccezionale, da fare invidia alle amiche. Per stenderli, la procedura da seguire è molto semplice: una volta spinte indietro le cuticole, le unghie vanno opacizzate con un buffer ed eventualmente lasciate asciugare all’aria se si vuole applicare il primer. Dopodiché si stende una passata del prodotto e si polimerizza (30 secondi nel caso di lampada Led o 2 minuti nel caso di lampada Uv); si effettua una seconda passata del prodotto e si polimerizza nuovamente.

Dopodiché… beh, dopodiché basta, perché il gioco è fatto e le unghie sono già pronte! A questo punto gli smalti semipermanenti possono essere sfoggiati e messi in mostra per suscitare l’ammirazione di conoscenti e amiche. E, quando si vorrà rimuovere lo smalto, non bisognerà fare altro che opacizzare con un buffer le unghie e immergerle per una ventina di minuti nel remover soak off: a quel punto si potrà procedere alla rimozione con un bastoncino di arancio.

L’automobile? La cambio solo se si rompe…

Ogni quanto gli italiani cambiano la propria auto? A quanto sembra il rapporto fra i due è come il buon vino… la si fa invecchiare! L’ultima ricerca dell’Osservatorio Linear dei Servizi – http://www.linear.it – conferma un trend in controtendenza con il resto d’Europa e ne analizza i motivi della scelta.

 

La conferma. Ben un italiano su due risulta molto “attaccato” alla sua auto, affermando di volerla cambiare solo in caso di rottura/incidente irreparabile (51%), un 23% dichiara di comprare una nuova automobile solo dopo averla tenuta per 10 anni mentre il 15% degli intervistati indica i 5 anni, il 7% i 3 anni. A pari merito, 2% c’è chi pensa di volerla cambiare ogni anno e chi invece sta pensando di non cambiarla proprio ma di rinunciarci per sempre a favore di una mobilità sostenibile.

 

I motivi del cambio automobile. Ma quali sono i motivi che spingono gli italiani a cambiare il proprio veicolo assicurato? Il 35% del campione intervistato quando cambierà lo farà per comprare un auto più parsimoniosa nei consumi, il 31% per via dei troppi chilometri percorsi, un 28% invece pensa alla sua incolumità e per guidare un automobile con i sistemi di sicurezza aggiornati e moderni. Una fetta equa del campione (18%) sostituisce la propria auto per paura che perda troppo valore nel tempo o per avere un auto sempre alla moda e attuale.

 

Se avessero carta bianca invece? Le decisioni degli italiani in fatto di cambio auto risulterebbero diverse? Non molto sembrerebbe, gli automobilisti dello stivale risultano essere equilibrati nel loro approccio, il 30% infatti cambierebbe auto dopo averla tenuta 5 anni, il 28% dopo 2/3 anni, il 22% nonostante tutto cambierebbe il meno possibile la propria autovettura. Di diverso parere invece un 10% sfrenato che si divide in un 8% che ogni anno comprerebbe una vettura nuova ed un 2% addirittura ogni semestre.

 

Il modello ambito. Italiani parsimoniosi, quando si decide di optare per un cambio di auto, lo si fa soprattutto in un’ottica di risparmio: il 31% sceglierebbe un’automobile a Gpl/metano, un 25% degli intervistati un veicolo ibrido a basso impatto ambientale, un 20% indica una soluzione di alimentazione diesel, infine per il 16% non ci sono differenze, la cosa importante è che consumi poco.

 

Infine i colori preferiti dagli automobilisti. Il bianco senza dubbio per il 37% degli intervistati, (forse perché evoca pulizia e rispetto per l’ambiente?), segue il classico nero con il 29% di preferenze, l’azzurro metallizzato è indicato dal 28% degli automobilisti, il rosso dal 16%.

 

In crescita i mutui erogati nel 2014

Secondo le rilevazioni dell’Abi, nel primo semestre del 2014 c’è stata una forte ripresa nel settore dei mutui. Da gennaio i finanziamenti erogati sono stati il 28% in più rispetto a quelli dati nello stesso frangente di tempo nel 2013.

L’Associazione Bancaria Italiana ha analizzato la situazione basandosi sul numero di mutui erogati da circa 84 banche e ha notato un aumento del 28,6% nel numero di finanziamenti accordati rispetto al 2013. Tra gennaio ed agosto 2014 sono stati fatti finanziamenti per più di 15.500 miliardi di euro, contro i 12.000 miliardi dell’anno precedente. La crescita dei mutui concessi c’è stata anche in rapporto al primo semestre del 2012.

Chi oggi richiede un mutuo preferisce soluzioni a tasso variabile 8 volte su 10. Il rapporto dell’Abi fa intuire notevoli segni di rilancio nel mondo dei prestiti personali italiani, Anche se si è ancora lontani dai dati precedenti alla crisi, questi nuovi risultati fanno ben sperare per il futuro.

Il trasferimento da Milano all’aeroporto in confortevoli Mercedes a prezzo fisso utilizzando Ticket Transfer

MilanoTaxiOK ha creato il ticket transfer per accontentare dipendenti ed aziende garantendo un servizio di qualità con validità tre anni

Il ticket transfer è l’equivalente di un ticket restaurant applicato al mondo del transfer. Più ne compri, maggiore sarà il risparmio e bloccherai il prezzo per tre anni.

Mettiamoci nell’ottica di una persona che vuole prendere un aereo da Milano. Le modalità possibili sono tante con i pro ed i contro. Con la propria macchina sembrerebbe la scelta più semplice ma poi c’è il problema del parcheggio. Con i mezzi ma se poi abito in quella zona o torno alle … o devo partire alle … Con un taxi non so che macchina effettuerà il servizio, che cifra spenderò a priori (e se c’è traffico?) ed in ogni caso se sono un dipendente dovrò anticipare, farmi fare la ricevuta, compilare un modulo di rimborso, …
Con un ticket transfer viaggerei in Mercedes, senza dover pagare e richiedere rimborso, ad una cifra pattuita e dipendente dal numero di voucher acquistati (più se ne comprano meno si pagano).

Mettiamoci nell’ottica dell’azienda o dell’agenzia di viaggi o di un pool di privati che vogliono risparmiare con i confort o …
Come i ticket restaurant li devo prepagare ma non sono nominativi (ogni volta che organizzerò un viaggio ne consegnerò due, uno per l’andata uno per il ritorno), non avrò procedure di rimborso variabili da gestire (trasporto e parcheggio), avrò un prezzo fisso con validità 3 anni.

Anche a voi sta venendo voglia di fare incetta soprattutto in ottica Expo 2015 e prima che aumentino i Prezzi!

La proposta dei ticket transfer di MilanoTaxiOK ha un solo limite: sono previsti sconti solo fino al carnet di 50 (se però ve ne dovessero servire un migliaio forse con una telefonata …)

Le tratte previste sono: Milano/Linate, Milano/Malpensa, Milano/Orio al Serio.
Con le seguenti tariffe:
Transfer Milano/Linate:
il carnet da 10 a EURO 30.00 Cad.
il carnet da 20 a EURO 25.00 Cad.
il carnet da 50 a EURO 19.00 Cad.
Transfer Milano/Malpensa e Transfer Milano/Orio Al serio:
il carnet da 10 EURO a 70.00 Cad.
il carnet da 20 a EURO 65.00 Cad.
il carnet da 50 EURO a 59.00 Cad
Le tariffe indicate sono incluse di iva.

MilanoTaxiOk logoMilanoTaxiOK S.A.S., Via Brunelleschi n.7 – 20098 San Giuliano Milanese
PRENOTAZIONI: Telefono-fax +39.02.98282247 24/24ore
E-Mail info@MilanoTaxiOk.it
MilanoTaxiOk.it
Ticket Transfer MI-LI 19,00
Ticket Transfer Mi-Mxp 59,00
Ticket Transfer Mi-Or 59,00