Caratteristiche tecniche di un hosting di qualità

Giu 4, 2018 |

Quali parametri contraddistinguono un hosting di qualità?

Hosting Ideale ci viene in aiuto con una lista dettagliata delle caratteristiche principali che distinguono gli hosting migliori in assoluto.

Premettendo che ce ne sono a iosa, all’interno di questo articolo segnaleremo quelle imprescindibili per l’end-user.

server cloud

  • 1. Assistenza: trattasi senza ombra di dubbio del punto principale. Il motivo? Consente all’utente di capire sin da subito con la società che si è scelto. Una buona assistenza di hosting web, per essere tale, deve avere diversi canali, come una linea telefonica dedicata, l’indirizzo e-mail, i ticket di assistenza e la chat. Averli tutti insieme è il non plus ultra per il cliente e sinonimo di vantaggio competitivo per l’erogatore del servizio. Al tempo stesso, i canali non bastano. Conta la qualità del servizio. L’assistenza nel campo dell’hosting deve essere pronta e, nei giorni lavorativi, non deve mai far sentire solo l’utente, rispondendo tutt’al più entro un’ora.
  • 2. Accesso e gestione tramite File Transfer Protocol: l’FTP è un protocollo di comunicazione, deputato alla manipolazione dello spazio del portale e consente di organizzare al meglio i file sul servizio di hosting che ospita il sito internet di riferimento. Gli hosting condivisi, in genere, danno l’opportunità al webmaster di collegarsi via FTP con un account, come minimo. E’ possibile lavorare con l’FTP attraverso client gratuiti, di cui il più noto è FileZilla.
  • 3. Pannello di controllo grafico: per un’eccellente gestione di ogni singolo aspetto inerente all’hosting, come il database, il controllo dello spazio sul disco, il backup, lo streaming audio e i linguaggi adottati, l’accessibilità via web e l’amministrazione della piattaforma, assicurata ad esempio da Plesk o da cPanel indicano che l’hosting in questione è davvero di qualità.
  • 4. Automatismi dei backup: la copia del sito internet in locale è un’operazione che di norma va sempre eseguita. A fronte di un crash del portale, dovuto ad un malware o ad un problema di natura hardware, però, bisogna impostare gli automatismi dei backup in maniera automatica, al fine di ultimare senza intoppi il ripristino alla data più recente.
  • 5. PhpMyAdmin: di solito, questo eccellente tool nella creazione di tabelle e database viene offerto in concomitanza con cPanel nella maggior parte dei piani di hosting, anche nelle versioni base.
  • 6. Uptime: fondamentale per essere aggiornati su quanto tempo il portale risulta attivo in un anno. Il cosiddetto tempo di funzionamento viene misurato sia in percentuale che in valori assoluti. Se l’uptime è del 99,998%, vuol dire ad esempio che il portale è rimasto inattivo (downtime) per 10 minuti in un anno. Ciò è molto positivo, perché vuol dire che la piattaforma è rimasta raggiungibile pressoché in maniera ininterrotta.
  • 7. Creazione database: un hosting di qualità propone la possibilità di creare per ogni portale un database da associare, al fine di immagazzinare i dati.
  • 8. Opportunità di upgrade: il sogno di ogni webmaster nel campo dell’hosting provider è quello di eseguire il passaggio ad un hosting con quante più funzioni avanzate possibili. Un servizio di qualità non può non avere questo aspetto.
  • 9. Sottodomini: questo aspetto è molto importante per i blog. Avere ulteriori domini, senza dover fronteggiare costi aggiuntivi, significa essere in grado di differenziare al meglio le funzionalità della piattaforma.
  • 10. File .htaccess modificabile tramite FTP: la personalizzazione di questo file, fondamentale per la configurazione di un portale per usi speciali, quali appositi parametri di sicurezza o ancora la possibilità di abilitare i mod.rewrite, è una conditio sine qua non per giudicare un servizio di hosting “di qualità”.
  • 11. Personalizzazione del file PHP.ini: aspetto di estrema utilità, nel momento in cui si desidera utilizzare piani di hosting, volti a garantire le migliori performance possibili, grazie al caricamento di moduli aggiuntivi.
  • 12. Banda: indica su scala mensile il traffico in gigabyte che si potrà gestire. Più precisamente, è chiaro il collegamento al numero di internauti che effettueranno l’accesso al portale.
  • 13. Spazio web: il file del portale (ASP/PHP) dovrà essere contenuto nello spazio web. In termini di dimensioni, in linea di massima, si fa riferimento a pochi megabyte. I piani hosting di qualità propongono insieme allo spazio limitato proponendo servizi avanzati, dall’antivirus all’antispam, senza dimenticare le statistiche.
  • 14. Garanzia soddisfatti o rimborsati: questo servizio, spesso sottovalutato, deve essere almeno in linea torica sempre offerto dai servizi di hosting. E’ un criterio di cui tenere altamente conto, visto che a distanza di 30 giorni, ci si può reputare insoddisfatti ed essere intenzionati a cambiare. E’ bene, di vincoli non ne deve comparire nessuno.

Per concludere, sono questi i servizi per classificare un servizio hosting di qualità.

Posted in: Comunicati | Tags: , ,

Comments are closed.