Lubrificanti e intimo sexy, ecco cosa desiderano le donne

Gen 9, 2017 |

Una delle lezioni principali che abbiamo appreso sul sesso nel 2016 arriva da un sondaggio online sul noto social network del sesso, che ha chiesto alle donne quali fossero i migliori regali di Natale per scatenare le fantasie tra le lenzuola e aggiungere un pizzico di pepe in più all’intimità: vincono completi sexy e gel lubrificanti.

Siamo entrati da poco nel nuovo anno, e in attesa di scoprire le tendenze del sesso in questo 2017 possiamo ancora apprendere qualcosa dai dodici mesi che ci siamo lasciati alle spalle, e in particolare alcune lezioni piccanti che possono essere utili nei momenti di intimità con il proprio partner.

Un Natale sexy. Un assist in questa direzione arriva dal noto portale di incontri dedicato alle “scappatelle”, Victoria Milan, che ha intervistato un campione di circa 4000 donne per scoprire quale fosse il regalo di Natale sexy più gradito. E se un terzo delle utenti ha confessato una preferenza per del semplice intimo sensuale, c’è una quota alta di donne che invece gradirebbe un supporto differente. È pari infatti al 17% la percentuale di intervistate che vorrebbe utilizzare candele e olio per sensualissimi messaggi erotici, o che vorrebbe sfruttare gli effetti dei tanti gel lubrificanti presenti sul mercato, e acquistabili anche online su SexLoverShop, sito affidabile e soprattutto riservato e discreto.

L’amante nelle vacanze. Molto curiosità desta, poi, la lettura delle altre risposte delle donne iscritte al social network, che in più di un caso su tre hanno deciso di organizzarsi in modo da combinare gli impegni familiari e gli incontri con l’amante anche durante le vacanze natalizie. Anche perché, come risulta dal sondaggio, per più dell’80 per cento delle donne il Natale e l’arrivo dell’anno nuovo sono in grado di scatenare il proprio lato più selvaggio.

Interesse per gel e oggetti erotici. Commentando i risultati, il fondatore e amministratore di Victoria Milan, SigurdVedal, analizza questa tendenza del mondo femminile, spiegando come “le vacanze possono essere molto stressanti e non ci sorprende il fatto che molte nostre utenti cerchino una breve parentesi rilassante con l’amante”. Più stupore, per Vedal, deriva dal fatto che le donne intervistate abbiano espresso il desiderio di ricevere oggetti erotici anche per migliorare il sesso con l’amante. Ancora una volta abbiamo la conferma che il sesso svolge un ruolo fondamentale nella vita dei più!”.

Le notizie sul sesso. Se questa è una lezione particolarmente piccante che abbiamo appreso nel 2016 (e che ci porteremo indietro come memorandum anche nel 2017), per le altre facciamo riferimento a un articolo apparso sulla rivista Women’sHealthMag, che ha raccolto le principali notizie sulla sfera del sesso diffuse appunto nel corso dello scorso anno, tra ricerche scientifiche sorprendenti e nuove tendenze in atto in tutto il mondo.

Attenzione alla Tv! E così, si scopre che guardare troppa televisione può far male alla fertilità maschile, come rivelato da una ricerca pubblicata sul Journal of Epidemiology, che mette in relazione il tempo passato davanti alla tv con la riduzione della produzione di sperma e sulla qualità del seme maschile. Stupore anche per la quota di coppie neo-sposate che non consumano: addirittura, secondo un sondaggio effettuato da un brand di lingerie, più di una coppia su due non celebra la “prima notte di nozze” in maniera canonica.

Niente peli intimi. E che dire poi delle “mode” legate a tecnologia e immaginario collettivo? Negli ultimi anni, ad esempio, si è diffuso il costume del “niente pelo”, che coinvolge sia le donne che gli uomini; secondo un’indagine di YouGov, sono in particolare i ragazzi e le ragazze sotto i 30 anni ad essere sensibili alla cura dei peli pubici, visto che la metà delle ragazze ha confessato che preferirebbe che il partner si radesse anche nella sfera intima, mentre il 54% dei ragazzi preferisce una vagina totalmente depilata. Il sexting, infine, è un’altra tendenza in aumento, ma qui una recente ricerca dell’Università dell’Indiana svela che le conversazioni potrebbero non restare molto private, visto che il 25% delle persone condivide le chat hot con qualcun altro, ovvero, in media, con tre amici.

Posted in: Comunicati

Comments are closed.