Auto usate a Brescia e vetture futuristiche dalla guida pilotata automaticamente

Apr 2, 2013 |

Nel prossimo futuro potremo evitare di guidare l’auto in mezzo al traffico, grazie a sofisticati dispositivi radar attualmente in sperimentazione.

Circolare su in città con automobili nuove, fiammanti, appena ritirate dalla Concessionaria , oppure con auto usate in città come Brescia, ( www.omarforlini.com auto usate Brescia ) così come in altri centri urbani della penisola, significa districarsi nella guida in mezzo al traffico che durante le ore di punta risulta particolarmente caotico e stressante.

Nell’ottica di un futuro per le auto, orientato sempre di più sulla tecnologia raffinata, arriva dal CES, il Consumer Electronics Show di Las Vegas, imponente fiera dell’elettronica conosciuta a livello mondiale, l’autorizzazione da parte dello Stato del Nevada a circolare per le strade con 7 vetture a guida autonoma.

Una di queste è una A6 Avant, di casa Audi, le altre sono di Google che stà sperimentando modelli da guida completamente automatizzata.

Per adesso queste autovetture che viaggiano in autonomia, si limitano a percorrere tratti di strada privi di incroci e di pedoni con un andatura moderata, al massimo di 60 km orari, grazie ad un sistema radar che interviene solamente con queste prerogative.

Con il senno di poi è possibile immaginarsi uno scenario futuristico dove questa tecnologia, una volta raffinata e rodata in tutti i suoi aspetti, ci regalerà modelli di auto che siano in grado di circolare per le città ad alta densità di traffico, in completa autonomia, risparmiandoci la fatica della guida, ad esempio quando si farà rientro a casa dopo una giornata di intenso lavoro.

Attualmente sulla Audi A6 che dispone di questo sistema di guida pilotata, è possibile inserire un comando tramite un pulsante sul volante per poter abbandonare la condotta dell’auto.

Il veicolo incomincia a gestire in autonomia la corsa, decellerando, frenando, oppure aumentando la velocità, senza che il guidatore intervenga in tali operazioni.

Il vantaggio che ne deriva, ovviamente per chi dovrebbe guidare, consiste nel potersi rilassare, inviare ua mail oppure rispondere al telefono cellulare senza preoccuparsi di nulla.

Disattivare il dispositivo automatico e ritornare alla condizione di guida manuale è possibile semplicemente premendo lo stesso tasto che ha permesso l’attivazione.

Questa tecnologia si basa sul sistema Acc, Adaptive Cruise Control, con la funzione Stop&go, provvisto di un sensore laser ( lidar ) operativo come uno scanner e posto centralmente nella mascherina anteriore, che legge in ogni frazione di secondo tutto quello che l’automobile ha difronte ad una distanza massima di 80 metri, comprensivo in un angolo di 140 gradi.

Quando si supera la velocità di 60 km orari, il sistema avvisa l’autista con un segnale sonoro e dopo 10 secondi, qualora non si riprenda la guida manuale, l’auto, sempre tramite lo stesso segnale, avverte nuovamente del pericolo ed inizia a rallentare fino a fermarsi ed inserire le quattro frecce.

Attualmente i costi per l’installazione del lidar risultano elevati, necessiterebbe anche di un sensore maggiormente evoluto e di un raggio di azione di ben 360 gradi per diventare una realtà sulle auto che potranno circolare in mezzo al traffico.

Posted in: Comunicati | Tags: ,

Comments are closed.